.:: Progetto tutela proprietà industriale ::.

Progetto Tutela Proprietà Industriale > Marchi+ > FAQ

FAQ

AVVISO: LA SOCIETA' RETECAMERE HA SPOSTATO LA PROPRIA SEDE LEGALE. A PARTIRE DAL GIORNO 8 SETTEMBRE 2014, PERTANTO, LE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE INOLTRATE MEDIANTE RACCOMANDATA CON AVVISO DI RICEVIMENTO DEVONO ESSERE INDIRIZZATE AL SEGUENTE NUOVO RECAPITO: RETECAMERE S.CONS. R.L. PIAZZA SALLUSTIO 21, 00187, ROMA. L'INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA RESTA INVECE INVARIATO.
uploaded/img/question.jpg

Aggiornato al: 26.07.2013

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali»

(Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 105 del 07/05/2012)

 

1. QUAL È LA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO NELLA GAZZETTA UFFICIALE
Il comunicato relativo al "Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali" è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 maggio 2012, n. 105.

2. DA QUANDO È POSSIBILE PRESENTARE LA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI?
Come indicato al punto 7 del bando, la presentazione della richiesta di agevolazione può essere effettuata a partire dal 120° giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (n. 105 del 07/05/2012), ovvero a partire dal 04/09/2012.
Non saranno prese in considerazione le domande inviate prima del 04/09/2012.

3. QUANDO SCADONO I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI?
Non è prevista una data di scadenza del "Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali" .

Le risorse saranno assegnate, secondo quanto previsto al punto 8 del bando, sino ad esaurimento delle stesse.

4. QUANDO SARÀ DISPONIBILE IL FORM ONLINE PER L'ATTRIBUZIONE DEL NUMERO DI PROTOCOLLO?
Il form on line per l'attribuzione del numero di protocollo sarà disponibile a partire dal 4 settembre 2012.

5. IL FORM ONLINE PUÒ ESSERE PRE COMPILATO PRIMA DEL PROSSIMO SETTEMBRE?
Il form on line sarà attivo a partire dal 4 settembre p.v.. Prima di quella data non sarà possibile precompilarlo.

6. DOVE E' POSSIBILE TROVARE LE INFORMAZIONI RELATIVE AL BANDO ?
Collegandosi al sito www.progetto-tpi.it, nella sezione PER LE IMPRESE, è possibile trovare tutte le informazioni relative al "Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali" e alle modalità e procedure per la presentazione della domanda di agevolazione.

7. QUALI SONO I BENEFICIARI DELLE AGEVOLAZIONI PREVISTE DAL BANDO?
Come previsto dal punto n. 4 del bando, sono ammesse alle agevolazioni le imprese che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:
  1. avere una dimensione di micro, piccola o media impresa, così come definita dalla Raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003, recepita dal Decreto del Ministro delle Attività Produttive del 18 aprile 2005 e s.m.i.;
  2. avere sede legale e operativa in Italia;
  3. essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  4. essere nel pieno diritto e libero esercizio dei propri diritti civili, non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  5. non trovarsi in nessuna delle condizioni individuate dall’art. 1 del Regolamento CE 1998/2006 e s.m.i. sugli aiuti di importanza minore. Le agevolazioni di cui al presente Bando non possono, pertanto,  essere concesse:
  • a imprese attive nel settore della pesca e dell’acquacoltura che rientrano nel campo di applicazione del Regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio;
  • a imprese attive nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato;
  • per lo svolgimento di attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia aiuti direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l’attività di esportazione;
  • per gli interventi subordinati all'impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione;
  • a imprese attive nel settore carboniero ai sensi del Regolamento (CE) n. 1407/2002;
  • a imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà

8. AI FINI DELL'AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO TUTTE LE SPESE DOVRANNO ESSERE SOSTENUTE NEL PERIODO COMPRESO TRA IL 7 MAGGIO 2012 (DATA DI PUBBLICAZIONE BANDO SULLA GURI) E LA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE, È CORRETTO?
Si, è corretto.

9. SONO COMPRESE NEL FINANZIAMENTO LE DOMANDE DI REGISTRAZIONE DEPOSITATE PRIMA DEL 4 SETTEMBRE O SOLO QUELLE DEPOSITATE DOPO QUESTA DATA?
Sono comprese tutte le domande di registrazione depositate presso UAMI – OMPI per le quali si sia effettuato il pagamento delle tasse e delle altre eventuali spese a partire dal 7 maggio 2012, data di pubblicazione del Bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

10. IL BANDO È DEDICATO ANCHE AI TITOLARI DI MARCHI NAZIONALI GIÀ DEPOSITATI E REGISTRATI IN PASSATO (AD ES. UN DEPOSITO EFFETTUATO NEL 2009) O SOLTANTO CHI PROGETTERÀ UN NUOVO MARCHIO NAZIONALE AVRÀ LE AGEVOLAZIONI PER L'ESTENSIONE TRAMITE L'OMPI?
Potrà richiedere l'agevolazione anche il titolare di un marchio nazionale già depositato e registrato in passato che effettui una domanda di registrazione internazionale presso l'OMPI, in base a quanto previsto nel bando al punto 6) TIPOLOGIA E ENTITA' DELLE SPESE AMMISSIBILI – MISURA B.

11. NELLA DEFINIZIONE DE MINIMIS, PER DATA DI CONCESSIONE SI DEVE INTENDERE QUELLA IN CUI IL CONTRIBUTO È STATO DELIBERATO/APPROVATO O QUELLA IN CUI È STATO EFFETTIVAMENTE EROGATO?
Se, con tale quesito, si intende domandare in quale momento, ai sensi del Regolamento (CE) N. 1998/2006 della Commissione, l'aiuto possa essere considerato concesso, tale momento è quello in cui l'impresa ha ottenuto il riconoscimento del diritto a ricevere l'aiuto, non quello dell'effettiva erogazione.
Precisamente, in base al decimo "considerando" del Regolamento CE 1998/2006 e s.m.i., relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d'importanza minore ("de minimis"), "conformemente ai principi alla base degli aiuti che rientrano nel campo di applicazione dell'articolo 87, paragrafo 1 del trattato, gli aiuti «de minimis» dovrebbero essere considerati concessi nel momento in cui all'impresa è accordato, a norma del regime giuridico nazionale applicabile, il diritto giuridico di ricevere gli aiuti". Dunque, il momento della "concessione" coincide con il provvedimento con il quale si attribuisce al singolo il diritto ad ottenere l'aiuto: ciò che è necessario prendere in considerazione non è né il momento della domanda da parte del beneficiario, né quello del versamento effettivo dell'aiuto, bensì la decisione definitiva che stabilisce il diritto per l'impresa a ricevere l'aiuto, che va identificata con il provvedimento di assunzione dell'impegno giuridicamente vincolante.

12. HO UN'AZIENDA CON UN MARCHIO REGISTRATO IN ITALIA, POSSO PARTECIPARE AL BANDO REGISTRANDO LO STESSO MARCHIO NEGLI ALTRI PAESI COMUNITARI?
Sì, per ciascun marchio dell'impresa è possibile accedere alle agevolazioni previste nel Bando avendo effettuato:
- domanda per la registrazione di un marchio comunitario presso l'UAMI (che avrà validità in tutti i 27 paesi della comunità Europea) - MISURA A; oppure avendo effettuato:
- domanda di registrazione di un marchio internazionale presso l'OMPI (nella quale sarà possibile designare i paesi, tra quelli che aderiscono al sistema di Madrid – che comprendono anche i paesi dell'Unione Europea - nella quale estendere il marchio registrato in Italia) – MISURA B.
13. È POSSIBILE RICHIEDERE L'AGEVOLAZIONE SOLO PER LE TASSE UAMI E OMPI SENZA RICHIEDERE L'AGEVOLAZIONE ANCHE PER LA PROGETTAZIONE /O LE RICERCHE DI ANTERIORITÀ?
E' possibile richiedere l'agevolazione solo per le tasse UAMI e OMPI.

14. NEL BANDO POSSONO RIENTRARE ANCHE LE SPESE SOSTENUTE PER IL RINNOVO DI UN MARCHIO ALL'ESTERO?
Le agevolazioni previste dal bando non riguardano le spese per il rinnovo del marchio.

15. PER "TASSE DI DOMANDA E TASSE DI REGISTRAZIONE PRESSO L'OMPI" SI DEBBONO INTENDERE SOLO LE TASSE VERSATE ALL'UIBM (EURO 169,00) E QUELLE VERSATE ALL'OMPI (653 CHF), OPPURE DEBBONO ESSERE INCLUSE ANCHE LE TASSE DI DESIGNAZIONE PER CIASCUN PAESE DESIGNATO IN SENO ALLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE?
Per tasse di domanda e tasse di registrazione si intendono:
- le tasse da corrispondere all'UIBM;
- le tasse da corrispondere all'OMPI per la registrazione di un marchio internazionale;
- le tasse da corrispondere all'OMPI per la designazione di ciascun paese (l'importo varia da paese a paese).
16. IL BANDO "AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI" È APERTO AD OGNI TIPOLOGIA DI IMPRESA (ESEMPIO: TESSILE, INFORMATICA, ALIMENTARE, ECC...)?
Nel bando non è prevista nessuna esclusione con riferimento al settore di attività; tuttavia, si precisa che - per ottenere le agevolazioni previste nel bando - è necessario avere i requisiti di cui al punto 4 (Beneficiari) del bando stesso.

17. (RETTIFICATA E INTEGRATA) - IL TERMINE DI "5 GIORNI DALLA DATA DI ASSEGNAZIONE DEL PROTOCOLLO" STABILITO DAL BANDO MARCHI+ PER L'INVIO DELLE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE, DEV'ESSERE CALCOLATO A PARTIRE DAL GIORNO DI ASSEGNAZIONE DEL PROTOCOLLO, OPPURE DAL GIORNO SUCCESSIVO?
I 5 giorni dalla data di assegnazione del protocollo on line per l’invio della domanda di agevolazione vanno calcolati a partire dal giorno successivo a quello di assegnazione del protocollo.
Se il 5° giorno utile per l’invio della domanda di agevolazione cade nei giorni di sabato o festivi, tale termine si intende prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

18.AL PUNTO 7 "PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE" NELL'ELENCO DEI DOCUMENTI DA PRODURRE È INDICATO, PER LA MISURA B, ANCHE "COPIA DELLA PUBBLICAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DEL MARCHIO SUL BOLLETTINO DELL'UAMI".
TALE PUBBLICAZIONE, PERÒ , NON È CONTESTUALE AL DEPOSITO DELLA DOMANDA MA AVVIENE ANCHE DOPO DUE O TRE MESI; A QUESTO PUNTO VORREI CHIEDERE SE SUCCESSIVAMENTE ALLA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI AGEVOLAZIONE È POSSIBILE INTEGRARE LA DOCUMENTAZIONE MANCANTE ED ENTRO QUANTO TEMPO.
La documentazione richiesta a corredo della domanda di agevolazione deve essere prodotta al momento della presentazione della domanda stessa. Ciò vale anche per la "copia della pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul bollettino dell'UAMI".

19. PER SPESE DI "REGISTRAZIONE DI MARCHI" SI INTENDONO ANCHE QUELLE RELATIVE ALLE "DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNO O MODELLO" (DEPOSITO DI DESIGN...)?
No, le spese di registrazione di marchi attengono appunto ai marchi e non a disegni e modelli

20. NEL CASO SPECIFICO CHE UN'IMPRESA ACQUISTI UN MARCHIO COMUNITARIO DA TERZI (DATA DI REGISTRAZIONE DEL MARCHIO 27 APRILE 2012) E VOGLIA ESTENDERLO A LIVELLO INTERNAZIONALE, L'IMPRESA PUÒ BENEFICIARE DELLE AGEVOLAZIONI PUR SEMPRE RIENTRANDO NEL PUNTO 4 DEL SUDDETTO BANDO?
Si, possono richiedere l'agevolazione le imprese in possesso dei requisiti riportati al punto 4 e che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, siano titolari di un marchio registrato a livello nazionale o comunitario, anche a seguito di un'acquisizione da terzi, o abbiano già depositato domanda di registrazione nazionale o comunitaria.

21. PER QUANTO RIGUARDA LA RICEVUTA DI PAGAMENTO DELLE TASSE DI DEPOSITO ALL'UAMI E OMPI, QUALI DOCUMENTI OCCORRE PRESENTARE PER DIMOSTRARE L'AVVENUTO VERSAMENTO DELLE TASSE, NEL CASO IN CUI IL MANDATARIO DEL TITOLARE DELLA DOMANDA ABBIA APERTO UN CONTO CORRENTE PRESSO LE AMMINISTRAZIONI INTERESSATE, DAL QUALE OMPI E UAMI AUTOMATICAMENTE PRELEVANO LE TASSE?
E' sufficiente presentare copia della pubblicazione della domanda di marchio comunitario/internazionale con numero identificativo della stessa e copia dell'estratto conto del mandatario presso l'UAMI/WIPO che documenta il prelievo delle tasse da parte dell'Ente in relazione alla domanda in questione.

22. AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER LA MISURA A È SUFFICIENTE AVER EFFETTUATO IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DEL MARCHIO PRESSO UAMI (CON PAGAMENTO DELLE RELATIVE TASSE) OPPURE È NECESSARIO AVERE GIÀ OTTENUTO ANCHE LA PUBBLICAZIONE DELLA DOMANDA SUL BOLLETTINO DEL MARCHI COMUNITARI?
Al momento della presentazione della domanda di agevolazione per la Misura A del bando è necessario avere già ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul Bollettino dell'UAMI. Copia della pubblicazione deve essere allegata alla domanda di agevolazione ai sensi del punto 7 del Bando.

23. LE AGEVOLAZIONI RIGUARDANO ANCHE L'ATTIVITÀ DI NAMING E DI CREAZIONE DELL'ELEMENTO FIGURATIVO DEL MARCHIO, SVOLTE PRIMA DEL 7 MAGGIO 2012, NONOSTANTE IL MARCHIO SIA STATO DEPOSITATO DOPO TALE DATA?
Si, a condizione che, in base a quanto previsto al punto 6 del bando, le spese per tali attività siano state sostenute a partire dal 7 maggio 2012, data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

24. TRA LE SPESE AMMISSIBILI RIENTRA ANCHE LA PROGETTAZIONE DEL NUOVO MARCHIO. POSSONO RIENTRARE ANCHE LE SPESE DI PERSONALE INTERNO SE LA PROGETTAZIONE È AVVENUTA INTERNAMENTE ALL'AZIENDA?
Non possono essere richieste agevolazioni per le spese relative alla progettazione del nuovo marchio se quest'ultima è stata effettuata con il ricorso a personale interno all'azienda.

25. SI PUÒ ACCEDERE AL BANDO NEL CASO DI UN DEPOSITO COMUNITARIO DI UN MARCHIO CHE NON È NUOVO, MA CHE VERRÀ REGISTRATO IN CLASSI DIVERSE DA QUELLO PRECEDENTE? AD ESEMPIO IL MARCHIO COMUNITARIO XXXX REGISTRATO IN CLASSE 9, ORA DEVE ESSERE REGISTRATO IN CLASSE 7.
Per "nuovo" Marchio si intende ogni nuova domanda di registrazione depositata presso l'UAMI.
Si ricorda che secondo il Regolamento del Marchio Comunitario, l'elenco originale dei prodotti e servizi inclusi in una domanda di marchio comunitario non può essere ampliato, ma solo limitato. In altri termini, non è possibile aggiungere prodotti o classi alla domanda depositata in origine. È possibile depositare una nuova domanda per lo stesso marchio includendo le classi aggiuntive.
In tal caso, potrebbero essere oggetto di agevolazione le tasse corrisposte all'UAMI e l'eventuale ricerca di anteriorità, che sia stata effettuata per le nuove classi per le quali si deposita la nuova domanda di registrazione.

26. E' INDISPENSABILE, AI FINI DELLA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO, CHE VENGA EFFETTUATA LA RICERCA DI ANTERIORITÀ?
L'effettuazione della ricerca di anteriorità non è obbligatoria per accedere alle agevolazioni del bando, anche se consigliata. Si tratta solitamente di un'attività prodromica al deposito di una domanda di registrazione in quanto volta a verificare la similitudine tra il marchio che si intende registrare e marchi identici o simili già registrati.

27. NEL CASO IN CUI UNA PMI RICHIEDESSE LA CONSULENZA PER LA RICERCA DI ANTERIORITÀ E QUEST'ULTIMA DOVESSE RISULTARE NEGATIVA, L'AZIENDA PUÒ COMUNQUE RICHIEDERE IL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PUR NON AVENDO PROCEDUTO AL DEPOSITO?
Non è possibile richiedere agevolazioni per le spese sostenute per ricerche di anteriorità cui non abbia fatto seguito un'attività di deposito.

28. E' POSSIBILE OTTENERE L'AGEVOLAZIONE PREVISTA DAL BANDO PER L'ISCRIZIONE E LA TUTELA DI UN MARCHIO IN BRASILE?
Non è possibile ottenere l'agevolazione in quanto il Brasile non aderisce al Sistema di Madrid che regola la registrazioni dei Marchi internazionali da effettuarsi presso l'OMPI.
Per registrare un Marchio in Brasile è dunque necessario depositare la domanda presso il competente ufficio Brasiliano. Tale tipologia di registrazione non è oggetto delle agevolazioni previste dal bando.

29. E' POSSIBILE BENEFICIARE DELLE AGEVOLAZIONI PREVISTE DAL PRESENTE BANDO PER BREVETTARE UN PRODOTTO, RISULTATO DI UNA RICERCA IN VISTA DI UNA POSSIBILE START-UP?
Il bando non riguarda agevolazioni per brevetti.

30. IL 4 SETTEMBRE 2012 SARÀ LA DATA IN CUI SI POTRÀ INIZIARE A COMPILARE IL FORM ON-LINE. A PARTIRE DA CHE ORA IL FORM SARÀ ATTIVO?
Il form on line sarà disponibile dalle 00.01 del 4 settembre p.v.

31. DUE PERSONE FISICHE, SOCI DI UNA SOCIETÀ, INTESTATARI DI UN MARCHIO ED ENTRAMBI AVENTI UNA PARTITA IVA, POSSONO ESSERE AMESSI A BENEFICIARIE DEL SUDDETTO BANDO?
No, due persone fisiche, socie di una società, intestatarie di un marchio e titolari di partita iva, non sono ammesse alle agevolazioni previste dal Bando.

32. L'IMPRESA INDIVIDUALE PUÒ ACCEDERE AL BANDO?
Sì, l’impresa individuale è ammessa alle agevolazioni previste dal Bando, purché in possesso dei requisiti previsti dall’art. 4 del Bando stesso.

33. TRA I BENEFICIARI DEL BANDO SONO INCLUSI ANCHE GLI STUDI ASSOCIATI?
No, le associazioni tra professionisti non sono ammesse alle agevolazioni previste dal Bando.

34. NELL'ALLEGATO 1 È INDICATO L'IMPORTO MASSIMO DELLE AGEVOLAZIONI: L'IMPORTO INDICATO RAPPRESENTA GIÀ L'80% DELLE SPESE AMMISSIBILI? E' CALCOLATO SULL'IMPONIBILE, E QUINDI AL NETTO DELL'IVA?
Gli importi indicati nell’allegato 1 si riferiscono all’80% delle spese ammissibili e sono commisurati, per quanto anche precisato dal “Prospetto analitico delle spese sostenute” di cui agli allegati 4A e 4B, sul costo al netto dell’IVA.

35. SE L'AZIENDA SI REGISTRA DA SÉ I MARCHI E FA LE RICERCHE HA DIRITTO AD ACCEDERE AL FINANZIAMENTO COMUNQUE PER L'IMPORTO DELLE TASSE?
Si, in tal caso potrà richiedere le agevolazioni per le tasse.

36. IL FINANZIAMENTO È RISERVATO SOLO AI DEPOSITI IN PAESI CHE ADERISCONO AL TRATTATO DI MADRID?
Il Bando agevola la registrazione di Marchi Internazionali da effettuarsi presso l’OMPI. Tale procedura è possibile solo nel caso in cui il paese nel quale si intenda estendere il marchio internazionale aderisca al sistema di Madrid che regola appunto la registrazione dei marchi internazionali.

37. LE VARIE SPESE AMMISSIBILI ALLE AGEVOLAZIONI DEL BANDO IN OGGETTO DEVONO ESSERE EFFETTUATE PRIMA DEL 4 SETTEMBRE 2012 O BASTA CHE SIANO EFFETTUATE PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE?
Ai fini dell’ammissibilità le spese devono essere sostenute nel periodo compreso tra il 7 maggio 2012 (data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del comunicato relativo al bando in oggetto) e la data di presentazione della domanda di agevolazione. Il 4 settembre costituisce la data a partire dalla quale sarà possibile presentare le domande di agevolazione.

38. NEL CASO IN CUI L’IMPRESA VOGLIA PRESENTARE RICHIESTA DI AGEVOLAZIONE PER LA REGISTRAZIONE DI PIÙ MARCHI, OCCORRE PRESENTARE UNA DOMANDA (ALLEGATO 2) PER CIASCUNO DEI MARCHI CHE SI INTENDE REGISTRARE O UNA SOLA DOMANDA (ALLEGATO 2) CHE LI ELENCHI TUTTI CORREDATA DA TANTI ALLEGATI 4 (E DOCUMENTAZIONE INTEGRATIVA) QUANTI SONO I MARCHI IN QUESTIONE?
Occorre presentare una domanda (Allegato 2 del bando), in cui elencare i marchi per i quali si chiedono agevolazioni; ad essa devono essere accompagnati tanti allegati (4A per la Misura A o 4B per la Misura B) quanti sono i marchi registrati per cui si chiede l’agevolazione.

39. PER PARTECIPARE AL BANDO È OBBLIGATORIO SVOLGERE LE RICERCHE DI ANTERIORITÀ?
Con riferimento al servizio “Ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito” di cui alla lettera b), punto 6 dell’avviso – Misura A e Misura B l’effettuazione della ricerca di anteriorità non è obbligatoria per accedere alle agevolazioni del bando, anche se consigliata. Si tratta solitamente di un’attività prodromica al deposito di una domanda di registrazione in quanto volta a verificare la similitudine tra il marchio che si intende registrare e marchi identici o simili già registrati. In ogni caso, non è possibile richiedere agevolazioni per le spese sostenute per ricerche di anteriorità cui non abbia fatto seguito un’attività di deposito. Non sono ammissibili le spese per l’effettuazione di ricerche di anteriorità successive al deposito. Si precisa che le spese per la sola assistenza al deposito non sono riconosciute. Queste ultime, come detto, sono riconosciute solo se accompagnate all’effettuazione di ricerche di anteriorità.

40. É POSSIBILE REGISTRARE UN MARCHIO DIRETTAMENTE ALL' UAMI, SENZA DOVERLO REGISTRARE PRIMA AL REGISTRO NAZIONALE?
SI, è possibile.

41. L’IMPRESA AGRICOLA È BENEFICIARIA DELLE AGEVOLAZIONI DEL BANDO?
No, se l'impresa è agricola, vale a dire se svolge principalmente la propria attività “nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all'Allegato I del Trattato" secondo i criteri di cui alla Classificazione Ateco 2007, ai sensi dell’art. 4, lett. e., del Bando, non può essere ammessa alle agevolazioni previste dal Bando stesso.

42. L’IMPRESA AGRITURISTICA È BENEFICIARIA DELLE AGEVOLAZIONI DEL BANDO?
Le imprese agrituristiche possono essere ammesse alle agevolazioni previste dal Bando.

43. LA NOSTRA AZIENDA ESERCITA L’ATTIVITÀ VITIVINICOLA, È COMPRESA LA NOSTRA ATTIVITÀ TRA QUELLE AGEVOLABILI ?
Si, l'impresa che esercita attività vitivinicola, purché svolga principalmente attività di trasformazione e/o di commercializzazione secondo i criteri di cui alla Classificazione Ateco 2007, è tra quelle suscettibili di essere ammesse alle agevolazioni previste dal Bando.

44. COME COMMERCIALISTA POSSO EFFETTUARE LA RELAZIONE RELATIVA ALLA RICERCA DI ANTERIORITÀ E SIMILITUDINE?
Il servizio “Ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito” può essere effettuato da consulenti in proprietà industriale/avvocati.

45. L'ART. 7 DEL BANDO STABILISCE CHE BISOGNA ALLEGARE IL PARERE DEL CONSULENTE IN PROPRIETÀ INDUSTRIALE CHE EVIDENZI I RISULTATI DELLE RICERCHE SVOLTE. LE SOLE SPESE DI ASSISTENZA AL DEPOSITO POSSONO ESSERE FATTURATE DA UN COMMERCIALISTA?
Le sole spese di assistenza al deposito non possono essere fatturate dal commercialista. Al punto 6 del bando – Misura A e Misura B si precisa che con riferimento al servizio “Ricerche di anteriorità e assistenza al deposito” di cui alla lettera b), non saranno riconosciute le spese per la sola assistenza al deposito. Al punto 7 1.b. si precisa che nel caso di ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito è necessario allegare il parere del consulente in Proprietà industriale/avvocato che evidenzi i risultati delle singole ricerche effettuate.

46. SARÀ POSSIBILE PARTECIPARE AL BANDO A PARTIRE DAL 4 SETTEMBRE. C'È UNA DATA DI SCADENZA OPPURE È FINO AD ESAURIMENTO FONDI?
Non è prevista una data di scadenza del “Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali . Le risorse saranno assegnate, secondo quanto previsto al punto 8 del bando, sino ad esaurimento delle stesse.

47. L'IMPRESA GIÀ TITOLARE DI UNA REGISTRAZIONE DI MARCHIO ITALIANO E/O COMUNITARIO PUÒ RICHIEDERE, AVENDONE I REQUISITI, L'AGEVOLAZIONE PER L'ESTENSIONE DI TALI MARCHI, ANCHE CON DESIGNAZIONI SUCCESSIVE, TRAMITE LA PROCEDURA OMPI?
E' possibile in tale ipotesi accedere alle agevolazioni previste nel punto 6 Misura B del bando.

48. TRA LE SPESE AMMISSIBILI RIENTRA ANCHE LA PROGETTAZIONE DEL NUOVO MARCHIO. POSSONO RIENTRARE ANCHE LE SPESE DI PERSONALE INTERNO SE LA PROGETTAZIONE È AVVENUTA INTERNAMENTE ALL’AZIENDA?
Non possono essere richieste agevolazioni per le spese relative alla progettazione del nuovo marchio se quest’ultima è stata effettuata con il ricorso a personale interno all’azienda.

49. LE AGEVOLAZIONI POSSONO ESSERE RICHIESTE PER LE SPESE DERIVANTI DA "ASSISTENZA AL DEPOSITO" IN ASSENZA DI "RICERCHE DI ANTERIORITÀ"?
In base a quanto previsto nel punto 6 (Misura A e Misura B) non è possibile accedere alle agevolazioni per la sola assistenza al deposito.

50. I MARCHI PER I QUALI SI RICHIEDONO I CONTRIBUTI POSSONO ESSERE REGISTRATI ANCHE DA PERSONE FISICHE?
No. Tra i beneficiari di cui al punto 4 del bando non sono previste le persone fisiche.

51. È POSSIBILE PER UNA IMPRESA REGISTRARE PIÙ DI UN MARCHIO?
Si, in base a quanto previsto nell'ultimo comma del punto 6 del bando " Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di € 15.000.

52. IL BONIFICO DELLE TASSE DA PAGARE RISPETTIVAMENTE ALL'UFFICIO UAMI DI ALICANTE O WIPO DI GINEVRA PUÒ ESSERE EFFETTUATO COME DI ROUTINE TRAMITE L'UFFICIO DEL MANDATARIO, OPPURE DEVE ESSERE PRESENTATO DIRETTAMENTE DALL'IMPRESA DESTINATARIA DEL RIMBORSO.
Il bonifico relativo al pagamento delle tasse all’UAMI e/o all’OMPI può essere fatto dal mandatario. Questi dovrà fornire all’impresa la documentazione che attesti l’avvenuto pagamento delle tasse in relazione al marchio per il quale si chiede l’agevolazione. L’impresa dovrà allegare tale documentazione alla domanda di agevolazione.

53. QUANDO SI PARLA DI FINANZIARE LE “SPESE SOSTENUTE NEL PERIODO COMPRESO TRA LA DATA DI PUBBLICAZIONE NELLA GU DEL COMUNICATO RELATIVO AL BANDO E LA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE” CI SI RIFERISCE ALLA EMISSIONE DELLA FATTURA DA PARTE DEL FORNITORE (SORGERE DEL CREDITO) O ALL’EFFETTIVA ESECUZIONE DEL PAGAMENTO?
Come precisato al punto 6 del bando, le spese devono essere sostenute a partire dal 7 maggio 2012 (data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del comunicato relativo al bando in oggetto). Nel caso indicato, va assunta la data dell’effettiva esecuzione del pagamento come quella nella quale si sono sostenute le spese.

54. NELL’AMBITO DELLA MISURA A, SONO AMMISSIBILI ANCHE LE TASSE PER IL DEPOSITO A LIVELLO NAZIONALE OLTRE CHE NATURALMENTE QUELLE PER IL DEPOSITO A LIVELLO COMUNITARIO?
Nell’ambito della Misura A è prevista la richiesta di agevolazione per le spese sostenute per tasse di deposito presso UAMI, non per tasse di deposito nazionali.

55. QUALORA UN MARCHIO ITALIANO, ENTRO 15 GIORNI DAL DEPOSITO IN ITALIA, VENGA ESTESO ALL'ESTERO (UAMI O WIPO) SARÀ POSSIBILE CHIEDERE IL RIMBORSO ANCHE DELLE TASSE ITALIANE E DELLA CONSULENZA PER IL DEPOSITO IN ITALIA?
Nell’ambito della Misura A è prevista la richiesta di agevolazione per le spese sostenute per tasse di deposito presso UAMI, non per tasse di deposito nazionali.

56. QUALORA ABBIA GIÀ EFFETTUATO LA RICERCA DI ANTERIORITÀ (ITALIANA, COMUNITARIA ED INTERNAZIONALE) PER IL DEPOSITO DEL MARCHIO COMUNITARIO, SARÀ NECESSARIO RIEFFETTUARLA PER IL DEPOSITO DEL MARCHIO INTERNAZIONALE O SI POTRÀ SVOLGERE LA RICERCA NEI SOLI PAESI DI INTERESSE (MISURA B PUNTO B DEL BANDO)?
La ricerca effettuata per il proprio marchio registrato in Italia e volta a verificare la similitudine tra i marchi italiani, comunitari e internazionali estesi all'Italia potrebbe evidenziare dei marchi simili provenienti proprio da quei paesi nei quali si intende effettuare l’estensione del proprio marchio registrato a livello nazionale. Nel caso in cui tale tipo di ricerca sia stata effettuata entro i 3 mesi antecedenti la data di pubblicazione del bando, potrà chiedere l’agevolazione solo per la ricerca da effettuare nel paese che sarà oggetto della designazione successiva. Tra la documentazione da allegare andrà comunque presentata la documentazione relativa alla ricerca effettuata in Italia per la quale non si richiede l’agevolazione.

57. I CONSORZI POSSONO ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONI PREVISTE DAL BANDO?
Un consorzio può chiedere di essere ammesso alle agevolazioni previste dal Bando, quale soggetto giuridico a sé stante, e può concretamente beneficiare di dette agevolazioni se rispetta i requisiti richiesti dal Bando, quali, tra l’altro, quelli dimensionali [numero di effettivi occupati dall’impresa e soglie finanziarie (fatturato o bilancio annui)] stabiliti dall’Allegato alla Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6 Maggio 2003, recante la “definizione delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese adottata dalla Commissione”.

58. LE AGEVOLAZIONI POSSONO ESSERE OTTENUTE ANCHE PER SINGOLI DEPOSITI NAZIONALI ESTERI O SONO PREVISTE SOLO ATTRAVERSO IL MARCHIO INTERNAZIONALE?
Le agevolazioni previste nel “Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali”, di cui alla Gazzetta Ufficiale n. 105 del 7 maggio 2012, mirano a supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero. Le misure agevolative riguardano: Misura A –Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari presso UAMI (Ufficio per l’Armonizzazione del mercato interno) attraverso l’acquisto di servizi specialistici; Misura B -Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. Non sono nel bando previste agevolazioni per le spese sostenute per depositi esteri presso gli uffici dei singoli paesi.

59. NEL CASO DI UN MARCHIO GIÀ REGISTRATO A LIVELLO INTERNAZIONALE, È AMMISSIBILE LA RELATIVA REGISTRAZIONE COME MARCHIO COMUNITARIO?
È ammissibile. Si potranno richiedere per tale marchio le agevolazioni previste al punto 6 del bando Misura A.

60. UN’IMPRESA CHE HA GIÀ REGISTRATO IL MARCHIO A LIVELLO NAZIONALE PUÒ CHIEDERE L’AGEVOLAZIONE PER L’ESTENSIONE IN PAESI NON ADERENTI AL PROTOCOLLO DI MADRID?
No, non è possibile depositare presso l’OMPI domande di marchio internazionale nei paesi che non aderiscono al sistema di Madrid e, conseguentemente, non è possibile richiedere le agevolazioni previste dal bando per tali marchi.
 
61. COSA SI INTENDE PER COPIA CONFORME DELLE FATTURE QUIETANZATE?
È SUFFICIENTE APPORRE LA DICITURA “COPIA CONFORME” SUL DOCUMENTO O SONO RICHIESTI ALTRI ADEMPIMENTI?
Per copia conforme delle fatture quietanzate, ai sensi dell’art. 7 del Bando, si intende la copia autenticata da pubblico ufficiale, nonché da un notaio, cancelliere, segretario comunale, o altro funzionario incaricato dal sindaco. In difetto di tanto, l’impresa che intenda accedere alle agevolazioni previste dal Bando può rilasciare dichiarazione con la quale attesti la conformità all’originale della copia delle fatture, ai sensi degli art. 18, 19 e 47 del D.P.R. n. 445/2000.

62. I COSTI SOSTENUTI PER LA REGISTRAZIONE DEL MARCHIO A LIVELLO NAZIONALE PRESSO UIBM, CHE È PROPEDEUTICA ALLA REGISTRAZIONE PRESSO OMPI, SONO AMMISSIBILI?
No, il bando prevede le agevolazioni solo per la registrazione di marchi comunitari e internazionali.

63. LE IMPRESE DEVONO PRESENTARE LA DOMANDA PER L’AGEVOLAZIONE ENTRO 5 GIORNI DALLA DATA DEL PROTOCOLLO ASSEGNATO MEDIANTE COMPILAZIONE DEL FORM ON LINE. COME SI CALCOLANO I 5 GIORNI?
Il termine di 5 giorni (di calendario) deve essere calcolato a partire dal giorno di assegnazione del protocollo, che è attribuito al momento della compilazione del form online.
Qualora il quinto giorno sia festivo, il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo.

64. SE IL TERMINE DEI 5 GIORNI ENTRO IL QUALE SPEDIRE LA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SCADE IL SABATO E SI È SCELTO DI INVIARE LA DOMANDA TRAMITE PEC, È VALIDO L’INVIO EFFETTUATO IL SABATO? OPPURE LA PEC VA INVIATA IL VENERDÌ PRECEDENTE?
Se il quinto giorno cade di sabato, è valido l’invio tramite PEC effettuato in quel giorno.

65. NEL CASO ALCUNE FATTURE PER LE SPESE SOSTENUTE SIANO IN VALUTA STRANIERA, CHE TASSO DI CAMBIO BISOGNA UTILIZZARE PER DEFINIRE L’IMPORTO IN EUR DELLA SPESA?
Va utilizzato il cambio del giorno del pagamento.

66. COSA SI INTENDE INVECE PER TOTALE BILANCIO NELLA DOMANDA? L’UTILE O LA PERDITA? OPPURE ALTRO?
Come chiarito nella lettera b), del comma 5 dell’art. 2 del Decreto del Ministero delle Attività Produttive del 18 aprile 2005, che ha recepito la Raccomandazione della Commissione europea 2003/361/CE del 6 maggio 2003, per “totale di bilancio si intende il totale dell’attivo patrimoniale”.

67. PER PARTECIPARE AL BANDO MARCHI+ È NECESSARIO ALLEGARE COPIA DELLA PUBBLICAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DEL MARCHIO SUL BOLLETTINO (UAMI O OMPI A SECONDA DELLA MISURA DI RIFERIMENTO) SOLTANTO IN SEDE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA OPPURE È POSSIBILE ALLEGARE UNA AUTOCERTIFICAZIONE IN SEDE DI PRESENTAZIONE E INVIARE LA COPIA DELLA PUBBLICAZIONE RICHIESTA IN UN SECONDO MOMENTO AD INTEGRAZIONE DELLA DOMANDA INOLTRATA?
Come previsto al punto 7 del “Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali”, la domanda di agevolazione deve essere corredata, tra gli altri documenti, della copia della pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul Bollettino dell’UAMI per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B.
Non è possibile produrre successivamente tale documentazione né documentazione sostitutiva.
Di conseguenza, sarà possibile presentare domanda di agevolazione solo se in possesso di tutta la documentazione richiesta dal bando.

68. È ANCORA POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA DI AGEVOLAZIONE PER IL BANDO MARCHI+ OPPURE LE RISORSE SONO GIÀ ESAURITE?
Sono attualmente in corso le attività istruttorie delle domande pervenute e pertanto non è possibile quantificare le risorse da assegnare; nulla osta alla presentazione di ulteriori domande di agevolazione.

69. NELL’AMBITO DELLA MISURA B , A FRONTE DI UNA AGEVOLAZIONE GIÀ CONCESSA, È POSSIBILE PRESENTARE UNA INTEGRAZIONE ALLA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE. OCCORRE RICHIEDERE L’ASSEGNAZIONE DI UN NUOVO PROTOCOLLO ON LINE?
Si, in tal caso, è necessario richiedere l’assegnazione di un nuovo protocollo on line. L’integrazione potrà essere richiesta, nel rispetto dei limiti previsti per il singolo marchio, per designazioni in Paesi la cui normativa prevede al momento del deposito il pagamento di una sola parte delle tasse.

70. È NECESSARIO PROVVEDERE ALLA RICHIESTA DI UN NUOVO PROTOCOLLO ON LINE PER LE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE PRESENTATE PER DESIGNAZIONI SUCCESSIVE DI ULTERIORI PAESI?
Sì, per le domande di agevolazione relative a designazioni successive di ulteriori Paesi è necessario richiedere l’assegnazione di un nuovo protocollo on line.